Noi credevamo

“…”Una corsa vertiginosa.” “Quale corsa papà?” Si china su di me la mia piccola Teresa che ha raccolto parole non destinate al suo orecchio.  Stento a raccapezzarmi, ho dormito, ho sognato e il sogno ha rotto il mio silenzio di scribacchino egoista.  Sorrido debolmente.  Come spiegarti, Teresa, che sebbene sveglio, sto ancora volando trascinato da un vento che appena mi permette di scorgere, lontana, la tua faccina pallida.  Tu sei ferma nel presente, io volo su un passato che non mi concede ritorno…”

(Tratto da Anna Banti “Noi credevamo”, scrittori moderni, Oscar Mondadori, 2010)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: