Iliade

“…Elena, divina fra le donne, gli rispondeva così:

“Venerazione provo per te, suocero caro, e soggezione:

così mi fosse piaciuto morire in malo modo, quando fin qui

con tuo figlio sono venuta, lasciando marito e parenti

e una figlia in tenera età e le mie care coetanee!

Ma questo non è avvenuto: perciò mi consumo nel pianto.

Ti dirò comunque la cosa che vuoi sapere e mi chiedi:

quello è il figlio di Atreo, il molto potente Agamennone,

sovrano valente ad un tempo e forte guerriero;

mio cognato era anche, di me faccia di cagna, seppur lo fu mai”….”

(Tratto da Omero, “Iliade”, I classici blu, BUR)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: