NEUROFOBIA – Chi ha paura del cervello?

I NEURONI SPECCHIO

“…La teoria tradizionale sull’organizzazione del cervello prevedeva che le regioni posteriori della corteccia cerebrale avessero a che fare con le informazioni sensoriali che riceviamo dal mondo esterno, mentre quelle anteriori con le informazioni che inviamo al mondo, in primo luogo i movimenti.  Con una certa dose di semplificazione, per esempio, si assumeva che le cortecce occipitale, temporale e parietale ricevessero informazioni visive, uditive e somatosensoriali mentre la corteccia frontale fosse coinvolta nel controllo  dei movimenti.  Tra le scoperte di rilievo nelle neuroscienze della fine del secolo scorso ve ne fu una effettuata all’Istituto di fisiologia di Parma da un gruppo di neurofisiologi guidato da Giacomo Rizzolatti, ossia la descrizione di un tipo di neurone con proprietà molto particolari.  Questi neuroni, originariamente individuati in regioni tradizionalmente considerate motorie, presentavano proprietà sia motorie sia sensoriali.  In particolare essi aumentavano la propria attività non solo durante l’esecuzione di una determinata azione ma anche quando la stessa azione era osservata o ne veniva udito il suono.  Gli scopritori di queste cellule le chiamarono “neuroni specchio” (Rizzolatti, Sinigaglia, 2006, 2008).  L’interesse suscitato dalla scoperta è stato enorme non solo nel campo della neurofisiologia e delle neuroscienze cognitive ma anche nel campo delle scienze umane.  A queste cellule è stato attribuito un possibile ruolo in una grandissima quantità di processi, dall’attaccamento materno alla comprensione degli stati fisici e mentali degli altri individui, dall’anticipazione degli stati altrui alle patologie della socialità (come per esempio i disturbi dello spettro autistico) all’evoluzione del linguaggio.  Eppure le accuse di neuromania non hanno sfiorato il dibattito su come una manciata di cellule possa rivestire un ruolo così fondamentale nel determinare l’essenza dell’umanità…”

(Tratto da Salvatore M. Aglioti, Giovanni Berlucchi “Neurofobia – Chi ha paura del cervello?”, Raffaello Cortina Editore, Scienza e Idee, collana diretta da Giulio Giorello, 2013)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: